.
Benvenuto, serve aiuto? Clicca qui Benvenuto! Registrati oppure
Accedi attraverso il Gustanetwork

Corso Cavour, 4, Correggio, RE
Valutazione:
Consigliatissimo!!
Prezzo a persona:
27.00 €
Servizio utilizzato:
ristorante
Contesto:
 
Cena con amici
Commenti:
(0) vai ai commenti

lo zio

ha visitato il locale il 30/09/2016 lo zio avatar
462 Recensioni scritte dal 12/08/2011 7157 Punti

Trasferta Reggiana con il solito collaudato gruppo del venerdì decidiamo, previa prenotazione, per questa osteria che si trova in pieno centro storico di Correggio e di cui si dice un gran bene. Locale gestito da un manipolo di volenterosi ragazzi, arredato con gusto con musica in sottofondo , non grandissimo, tavoli (una decina in tutto) alla giusta distanza, alcuni specchi alle pareti per dare profondità,  una lavagna con descrizione dell’antipasto “il Tagliere Filosso” e tante zucche esposte.  Menù tipicamente emiliano con, purtroppo, la protagonista del periodo “la zucca” assente o meglio nonostante siano a menù non ci sono i tortelli di zucca pertanto optiamo un bis composto da: riso alla zucca con tranci di salamella e garganelli con finferli e prosciutto crudo. Attesa lampo e subito si inizia con gli ottimi garganelli saporiti e con ottimo sugo  peccato siano un pò pochi … Si passa poi al riso  perfetta mantecatura, delicatissimo in quanto il sapore della zucca è nettamente predominante sulla salamella (ma c’era ?) e cmq sia in una parola delizioso .  Come secondo scegliamo un antipasto … il ricco tagliere Filosso : prosciutto crudo, salame artigianale (chiesto subito un bis), coppa piacentina, salame rosa  (ricavato da mortadella , p. cotto, coppa di testa) veramente particolare , grana 27 mesi servito con annessa bottiglietta di aceto balsamico perfetto  , gorgonzola , pecorino stagionato (squisito) da gustare con mostarda di fichi il tutto da consumare con mini gnocchini fritti  caldi e non unti infine, da non dimenticare ,  un paio di vassoietti di appetitose patate al forno. Come liquidi iniziamo con un discreto Brut Rosè delle cantine Lusvardi di Reggio Emilia per poi proseguire con un corposo lambrusco della casa con griffe “il Filosso” che però non ha lasciato segno. Tirando le somme che dire: locale giovane e ben frequentato, servizio cordiale e simpatico , cibo ok e prezzo scontato di un paio di €uro a testa (cosa gradita) insomma ci sanno fare, una ennesima conferma di quanto ben si dice   Un difetto ? l’immancabile, ma forse la “normalità” di molti locali , fastidioso brusio .

Alla prossima !

Consigliatissimo!!