.
Benvenuto, serve aiuto? Clicca qui Benvenuto! Registrati oppure
Accedi attraverso il Gustanetwork

Via Pietranera, 187-188, Località Vedriano - Canossa, RE
Valutazione:
Imperdibile!!!
Prezzo a persona:
20.00 €
Servizio utilizzato:
ristorante
Contesto:
 
baracca con gli amici
Commenti:
(0) vai ai commenti

testapelata

ha visitato il locale il 23/07/2015 testapelata avatar
485 Recensioni scritte dal 12/09/2010 4302 Punti

Già lo scorso anno mi sono ritrovato a Pietranera in occasione di una delle serate dell’iniziativa “Dal Tortello alla Torta”, rileggendo la cronaca dello scorso anno ho avuto l’impressione di aver eseguito uno squallido “copia incolla”, in realtà è cambiato il contesto e la compagnia, ma il menù: IDENTICO.

Si sa che un uomo con due dame fa la figura del salame, ma tre uomini con sei dame fanno la medesima figura, se poi ci accorgiamo che c’erano due coppie ufficiali, mi sono ritrovato “solo” con quattro donne.

Partiamo dai 37° della pianura e complice un temporale fra San Polo e Ciano, arriviamo che la temperatura esterna è di 15°.

Ci accomodiamo e ci viene servito d’ufficio un lambrusco grasparossa Enrico IV delle Cantine Due Torri nella val d’Enza, colore rosso rubino, profumo vinoso e particolarmente fruttato, secco e vellutato, alla fine se ne andranno tre bottiglie oltre ad una bottiglia di Ortugo (ordinato dalle ragazze) che ho solo visto in lontananza.

acqua frizzante e naturale a fiumi.

Sul tavolo sono presenti cestini con focaccia di Matilde, una specie di gnocco rustico cotto al forno, che verrà spazzato via prima dell’antipasto.

Fiamminghe di prosciutto stagionato, salame, coppa accompagnate da gnocco fritto in piccoli pezzi, gonfi e poco unti, tutto notevole, soprattutto il salame.

Si prosegue con un trionfo di tortelli:

bietole e spinaci: sempre da applausi;

patate: delicatissimi ma con sugo di funghi porcini servito a parte con cui si sono sposati benissimo;

radicchio trevigiano: a pasta arancione e dal sapore caratteristico;

zucca: non troppo dolci, serviti con, a parte, soffritto di lardo e cipolla.

Abbiamo avuto il coraggio di fare un “rinforzino” di quelli di patate!

E per finire, prima del caffè, tris (rivelatosi un poker) di torte tradizionali della casa:

cioccolatino, al limone e due tipi di crostate, debbo dare atto che, quando ho visto che tutto era stato spazzato via fino all’ultima briciola, ho pensato di essere a tavola con una colonia di termiti.

Formula vincente, prezzo fisso, servizio efficiente senza fronzoli, un’altra esperienza da incorniciare.


 

Imperdibile!!!