.
Benvenuto, serve aiuto? Clicca qui Benvenuto! Registrati oppure
Accedi attraverso il Gustanetwork

Via Vittorio Emanuele II , 65, Albinea, RE
Valutazione:
Consigliato!
Prezzo a persona:
21.50 €
Servizio utilizzato:
ristorante
Contesto:
 
baracca con gli amici
Commenti:
(0) vai ai commenti

testapelata

ha visitato il locale il 02/02/2014 testapelata avatar
485 Recensioni scritte dal 12/09/2010 4292 Punti

Dopo l’ultimo dell’anno decidiamo riusciamo finalmente a trovarci tutti per fare i conti delle spese, alla buonora, siamo già a febbraio………..peccato, la mia spesa si era limitata a pochi euro ma, come d’incanto, si è messo in moto chi di soldi ne aveva sborsati un po’ di più.

Conoscendo la compagnia e le abitudini degli altri mi sono astenuto da consigliare locali e prenotare la cena, c’è sempre “chi lo sa fare meglio” , per cui, almeno una volta all’anno, posso adattarmi .

L’appuntamento è per le 19:45 a Gost & Lambrosc , ubicato sulla strada che porta da Reggio ad Albinea, parcheggio abbastanza piccolo, occorre trovare posto nelle vie adiacenti…….peccato stia piovendo a dirotto.

Il locale è gestito da un amico di infanzia degli altri, persona  che conosco anch’io ma che non ho mai frequentato più di tanto.

Siamo i primi ad arrivare, ci facciamo indicare il tavolo prenotato e ci sediamo, bel tavolo tondo, così riusciremo a vederci in faccia,  l’attesa sarà brevissima, pochi convenevoli e si decide sul menù:

ordiniamo quattro cappellacci ripieni di patate conditi con panna e noci, discreto piatto, originale, porzioni abbondanti, in pratica li mangiamo tutti e otto;

procediamo con ordinazione di gnocco fritto e tigelle con annessi e connessi e, già che ci siamo anche un po’ di pinzimonio; da bere oltre ad acqua frizzante e naturale un discreto lambrusco grasparossa di Castelvetro imbottigliato a Casinalbo con la loro etichetta (alla fine tre bottiglie “seccate”) .

Gnocco fritto assolutamente ottimo, poco unto, pezzi medi, un po’ alto ; tigelle un po’ così, mollicose, molto “passe” , abbastanza deludenti, d’altro canto il gestore, fra il serio ed il faceto, ci aveva avvertito “per le tigelle, ci sono due locali più avanti che le fanno meglio”…………..direi che era stato serio !!!

Ottimo ed abbondante il piatto di salumi, ne seguirà un altro, prosciutto stagionato (discreto), salame (ottimo) , mortadella e coppa nella media , sorvolo su stracchino e lardo, anche qui nella media.

Un paio di dolci, tre sorbetti, alcuni caffè e chiudiamo la serata.

L’ambiente è grazioso, soffitto un po’ basso che in caso di “caciara” potrebbe creare un’acustica pessima, tanti attrezzi alle pareti (seghe, stadere, stampe, foto d’epoca) che fanno un po’ “atmosfera contadina” .

Il gestore, per la cronaca si chiama Franco Anceschi, ogni tanto ci viene a trovare per qualche battuta…..e per qualche risata in più .

Il conto è abbastanza equo, la serata è stata piacevole, penso che “consigliato” sia un giudizio altrettanto equo.

Consigliato!