Gustamodena.it - Trova e Gusta ristoranti a Modena e provincia
Benvenuto, serve aiuto? Clicca qui Benvenuto! Registrati oppure
Accedi attraverso il Gustanetwork

La lavagna - Modenesità

La telefoneda - Luciano Zanasi

GROG
Scritto il 08/02/2009
da GROG
LA TELEFONEDA

Pronto... et te Gióllia... a soun la Cesarina, cuma stet? ... I m'àn détt t'er custipèda... mo fam al piasér... che vciaia! ... propria te che t' samber na ragazeina... l'è al teimp, mo t'en vadd ech stagioun. In maz da l'ètr'ân a gh'iva la maia col spaleini... Ascolta, iersira... a psiven fèr dô ciàcher... A soun stèda indecisa veh... a gh'iva un mèl ed testa da àm grand... pò un po' per la ragazola, un po' perchè in cla cà là an gh'era mai stèda, a-j-ò détt: “Cesarina famm anch quàsta...”. S'l'é un bel appartameint?... Me a cherdiva, mo acsè mai... Un spetàcol.. ad degh quàsta e pó basta... figuret ch'i gh'àn dû bagn... Da fèr cosa?... perchè se un l'è occupé, i droven al ceso ed riserva... A s'à ricevù la sgnora Emma, cla budlòuna... l'à fat finta da'n me cgnàsser, come pó che mè an savéssa ch'l'era la fióla d'un casèr ed Cam-pgaian e ch'l'è gnuda a Modna 30 ân fa inzémma a un car ed fàs... L'as gh'è bein cambièda veh a lelée... L'è stèda furtuneda veh... perchè da zovna l'è steda sveltòta e la n'à squassè di ambros... a t'al dégh anca mè, e pó l'à catè leló, ?na peppia (pessa fràdda) ste vdess, magrein, cun i ucée... a sambra ch'al bàvva in d'na carèda... s'al gh'vol bein?... Al l'adora! S'at vlivia pó dir... Ah, la festa... un tratameint a base di «tartine»... oh, t'en n'èe pers gninta... dimandi oc e poca sustanza; figuret che me a soun andèda là a dzun, a n'ò magnè ?na vinteina! bein quand a soun rivèda a cà a-j-ó magnè dóo tundèini ed meltajè coi fasóo ch'a m'era armes da mezdè... A't dirò ch'a gh'era anche l'ambros ed la Ferari zovna... gnint in tótt... l'è un profesor, seimper in… Cosa? s'l'insègna storia dell'arte? No, no... in Dom perchè l'è seimper in bulàtta... Al la sposa per i quatrein!... El ragazi? El piò bèli egli éren el nostri dóo ragazóli... Seint, la me Vanna la stèva bein cun cla stanèla ed taffetà «carta da zucchero», ma anche - la tóo Loredana l'an n'è ménga stèda da meno cun cla bèla stanèla di pizzo nero, corpetto di velluto rosso, schèrp ed rès in tinta, e la parur ed bucleini, e spélla ed brillant ch'i sembreven vera!... A't dirò ch'a samm gnudi a cà in machina, l'at l'avrà détt la Loredana... L'inzgnér Rossi... che persouna ... l'ha fatt tri bal cun la me Vanna... che machina al gh'à? ... Una seicento mo l'è tante bèla e comda ch'la sàmbra una «millecento»... An gh' voi gnanch pensèr, mo quàll veh al srévv un partì... ?na pusizioun d'or, e pó ?na persouna acsè per bein... Ma l'è inutil mée fiola l'an ghe sa brisa fèr... a-gh l'ò détt, tanti volti... quand la bàla la stà drétta come un palòun dal telefon ... agh l'ò l'ò détt, tanti volti... «guerda la Loredana... an gh'è ménga gninta ed mèl balèr “guancia a guancia”...» eppur ier sira chel pochi volti che tôo fiola l'à balè cun l'inzgnér Rossi, l'a-gh steva vujeda d'intorna ch'la sembrèva ?na béssa...
Cosa?... L'è al sò ambros? L'inzegnér Rossi? Cal boun da gninta lè...al gh'ha avù al curag ed fèr l'èsen cun mée fiola... Inzgnér? al gh'ha du ân e pó l'è geometra, bamboz ch'an n'è èter. Csa gh'è? La seicento? L'è ?na Topolino a balestra curta ch'a ghiva imprestèe so zio... Però, gnanca te, mandèr to fiola a balèr da per lée e cun un visti acsè scalvèe, i-s n'ein fat chès tótt... No, chèra: me fiola la gh'à tótt al sò bisagn ch'al s'vàdd seinza màttrel in vedreina cuma l'à fatt la tua, et capì... Baluga? strabismo di Venere... Va là, et faréss méi a tgnir quacèe to fiola ch'la gh'à di brófel per tota la scheina... Mè ?na vipera?... Seint, me an soun ménga ?na dunlèra come te, a soun ?na persouna educhèda e invece d'offàndret set sa t' déggh... a-t dégh ch'at voi bein... sè, sè at voi bein come a me suocera... Csa dit? an soun mai andèda d'acord?... ma s'a l'ò fin basèda !... Quand?... Quand l'è morta!!!



Traduzione per i “foresti”


La telefonata

Pronto... sei tu Giulia... sono la Cesarina, come stai? Mi hanno detto che eri indisposta... ma fammi il piacere... che vecchiaia! Proprio tu che sembri una ragazzina... é il tempo, ma non vedi che stagione!! In maggio dell'anno scorso avevo la maglia con le spalline... Ascolta, ieri sera potevamo fare due chiacchiere?...Sono stata indecisa veh... avevo un mal di testa da uomo grande poi un pò per la ragazza, un pò perché in quella casa non c'ero mai stata, ho detto: “Cesarina facciamo anche questa... “. Se è un bell'appartamento??? Io credevo, ma così mai...uno spettacolo...ti dico questa e poi basta... figurati che hanno due bagni... Da fare cosa? .. perché se uno è occupato adoperano il gabinetto di riserva... Ci ha ricevuto la signora Emma, quella budellona ha fatto finta di non conoscermi, come che io non sapessi che era figlia di un casaro di Campogalliano che è venuta a Modena 30 anni fa sopra un carro di fascine... La si è ben cambiata a quella lì... E' stata fortunata veh... perché da giovane è stata svelta e ne ha cambiati dei morosi... te lo dico anch ?io, poi ha trovato quello lì, un omino con gli occhiali, magrino,... se le vuole bene?! La adora! Cosa ti volevo poi dire... Ah la festa un... trattamento e base di tartine... oh non hai perso niente, molto occhio e poca sostanza... figurati che sono andata là a digiuno . ne ho mangiato una ventina! Quando sono arrivata a casa ho mangiato due piatti di maltagliati coi fagioli che mi erano rimasti da mezzogiorno... Ti dirò che c'era, anche il fidanzato della Ferrari giovane... niente in tutto... è un professore, sempre in Duomo.. Cosa? se insegna storia dell'arte? No, no in Duomo perché è sempre in bolletta.. La sposa per i soldi! Le ragazze? Le più belle erano le la nostre due.. Senti, la mia Vanna stava bene con quella gonna di taffetà “carta da zucchero “ , ma anche la tua Loredana non è stata da meno con quella bella gonna di pizzo nero, corpetto di velluto rosso e scarpe di raso in tinta, e la parure di orecchini e spilla di brillanti che sembravano veri... Ti dirò che siamo venute a casa in macchina, te l'avrà detto la Loredana ... L'ingenier Rossi... che persona...ha fatto tre balli con la mia Vanna... che macchina ha?? Una seicento ma è tanto bella e comoda che sembra una millecento... Non ci voglio neanche pensare, ma quello sarebbe un partito... una posizione d'oro, e poi una persona così per bene ... ma è inutile mia figlia non ci sa fare, gliel'ho detto tante volte... quando balla sta dritta come un palo del telefono, le ho detto tante volte “guarda la Loredana... non c'é niente di male ballare guancia a guancia.. “ eppure ieri sera quelle poche volte che tua figlia ha ballato con l'ingenier Rossi, gli stava avvolta intorno che sembrava una biscia...
Per forza ?? Cosa ??? E' il suo fidanzato l'ingenier Rossi? Quel buono a niente lì... ha, avuto il coraggio di fare l'asino con mia figlia... ? Ingeniere?? Ha due anni e poi è geometra, bamboccio che non é altro... Cosa c'è?? La seicento??? E' una Topolino balestra corta che gli ha prestato suo zio. Però neanche tu, mandare tua figlia a ballare da sola e con un vestito così scollato, se ne sono fatti caso tutti. No cara mia figlia ha tutto il suo bisogno che si vede senza metterlo in vetrina come ha fatto la tua, hai capito... Strabica???Strabismo di Venere... Va là, faresti meglio a tenere coperta tua figlia che ha dei foruncoli per tutta la schiena... Io una vipera?? Senti, io non sono una donnetta come te, sono una persona educata e invece di offenderti sai cosa ti dico... ti dico che ti voglio bene... si, si, ti voglio bene come a mia suocera... Cosa dici??? Che non sono mai andata d'accordo?... ma se l'ho anche baciata..! Quando? Quando è morta!!!
permalink a questo commento

[bicio]
09/02/2009
grazie grog, che pensi anche na noi.....:)
permalink a questo commento

[orsa77]
09/02/2009
..e già.....emoticonemoticon
permalink a questo commento

[GROG]
09/02/2009
Voi mi fate lavorare doppio