Gustamodena.it - Trova e Gusta ristoranti a Modena e provincia
Benvenuto, serve aiuto? Clicca qui Benvenuto! Registrati oppure
Accedi attraverso il GustanetworkAccedi col tuo account Facebook

La lavagna - Modenesità

Parmigianità

Lucy...ah
Scritto il 10/10/2010
da Lucy...ah
Dopo tanto tempo e tanta fatica finalmente posso pubblicare la traduzione in dialetto parmigiano della recensione di Grog all'Osteria della Pomposa.........sinceramente non so se è corretto utilizzare questo spazio, nel caso la spostiamo da un'altra parte!!




Par festegèr l'eveniment e son andè e cle sènne organiséde da GM, apenna arivè e s'eron in dù, mi ed “Ema”.
Dope ?n po' e rivè anca “Sio e Boso”, che però la n'è mighe restéde e magnér con nojetor, la g'ha un intralàs emoròs e l ?ere tute tiréde c'me ne sfromble.

Alore “Fritele” la sturè ne botiglie ed “Valdobbiadene”, e nojetor e ne s'féme mighe preghèr par fnirle.
Pian pià i' rivon tùti: “ Falconline e Reginelulu, poi Pattyb e d'jetor ragas che mi en conòs mighe.
Mi em sed in d' ne tevle de quàtor, con “Regine,Falcon e Sio”. Dope poc “Fritele” el rive con un pietè con sore d'il feti ed pan nigor, e n'etor con del butér, nojetor par le fame eme magnè tut sense spetér.
Dope e arivè n'etor du piatè, von col “carpaccio ed tò con la rucole salvatghe e tomechenni.”
El tò l'ere proprie fresc e ecesionèl, e c'letor con i frò col giàs, bòn e pò ostrichi ed Bretagna, vaco cà che godurie, e mi i m'en piesù bombè, tant che n'ho megnè un squas, forsi pù ed dés.
De bèvor el convent l'ha pessè el “sampagn” col proprie frances, el s'é cieméve, spete n'atim che guérd le foto parchè ne m'ricord mighe: “brut” vol dir sec “san Germain de Craies Carte blanc”, “Falcon” ne beve mighe el vèn bianc ecsì la tot ed'le “Grasparosse” mo nojetor tri e le fe e n'eme d'bù tre botigli.

Dope gli ostrichi e cominciè a rivèr prime un piat picè con di gambarò crud, po' un ?etor grand con còli pù gros cot al vapòr da magnér con le mortedéle ed “Pasquini e Brusiani” , fenomenèl
Medòne che magnéde, nel so gnàn mi co n'ho megnè.
E le fè in t'el me piat e gh'ere ne montagne ed testi ed òcc, diris tra crud e còt ?ne quarantenne o forsi ed pù, e po' “Fritele” l'ere ripesè con tut e mi e'm son strefoghè e saris ste lì tute le note e magnèr tut ch'il cosi sfisiosi.

E le fè i sugh con l'uve fragole e mi n'ho magnè du, niente chefè. Sorbet e du bicrè ed nosè, col bò.

Encòre ridudi e ciacri po' e son endè e peghèr 50 euro par ne magnéde de oscar.

Sinc capel par “Fritele” son stè benisim, l'ere un po' et temp ch'en stéve csì bè.

Grasie “Fritele” mo grasie anche e “Falcon, Regine, Sio, Pattyb Eme” par le bele compagnie.
Ah, e n'em voi scorder “Federico” l'imbianchè, molt simpatic.

A n'ore e un quèrt e io cepé le bicicléte e con poche fedighe e son tornè a cà, stuf mo content.
Ev salut magnò, arvedros.
permalink a questo commento

[pattyb]
11/10/2010
ah ah ah. fortissima! Grande lucy!!!!
permalink a questo commento

[gi]
11/10/2010
emoticonemoticonemoticon brava lucy (e' ben difficile il vostro dialetto!emoticonemoticon )
permalink a questo commento

[carolingio]
11/10/2010
Bombè l'ò capìo... emoticon
Sfromble (sfràmbla) l'ò imparà... emoticon
El resto l'ò intuìo... emoticon
permalink a questo commento

[Lucy...ah]
11/10/2010
gente, il dialetto parmigiano è difficilissimo anche per me che sono parmense doc.... e poi andrebbe letto con le "erre" di gola alla Gene Gnocchiemoticonemoticon
permalink a questo commento

[furzeina]
11/10/2010
Pao tra conparma e conpiacenza c'è confidenzaemoticonemoticonemoticon
permalink a questo commento

[Lucy...ah]
12/10/2010
Veramente non sono stata troppo precisa...in effetti la "erre" è tipica della zona di Fidenza, a Parma è meno marcata.
Pao sei esperto di dialetti?